news

Un ulteriore passo avanti nella direzione di sostenere la fase di ripartenza dell’economia, delle imprese e del commercio, in particolare attraverso la fondamentale leva del marketing, è stato compiuto attraverso una nuova modifica del Bonus Pubblicità: dopo aver ampliato l’applicabilità del Bonus, portandola al 30% su tutti gli investimenti pubblicitari, e dopo aver rimosso anche la condizione che legava il credito a quanto investito negli anni precedenti, ora la percentuale è stata incrementata fino al 50%. Se a questo si sommano altre facilitazioni e misure di sostegno sempre nell’ambito della pubblicità, come ad esempio l’azione “Insieme RipartiAMO” attivata da Confcommercio Reggio Emilia e Kaiti expansion, si raggiungono condizioni mai viste in precedenza per investire in questo settore, far conoscere di più e meglio la propria attività, i propri prodotti e servizi, e poter ripartire nelle migliori condizioni dopo questa lunga fase di emergenza.
Con il “Decreto Rilancio” del 13 maggio infatti il Governo ha aumentato il valore del bonus pubblicità portandolo alla misura unica del 50% (rispetto al 30% previsto in precedenza dal Decreto “Cura Italia”) sul valore di tutti gli investimenti effettuati (e non più sui soli investimenti incrementali). A livello nazionale per questo provvedimento sono stati messi a disposizione 60 milioni di euro, e le nuove domande potranno essere presentate tra il 1° ed il 30 settembre 2020.

Restano valide le domande già presentate tra il 1° e il 31 marzo 2020, alle quali saranno comunque applicate queste nuove condizioni maggiormente favorevoli.


Come funziona il Bonus Pubblicità

Come ormai noto, si tratta dell’agevolazione statale erogata sotto forma di credito d’imposta, che fino allo scorso anno poteva essere richiesta per il 75% della spesa incrementale sostenuta. In pratica, l’agevolazione, erogata sotto forma di credito d’imposta, riguardava esclusivamente una parte di quanto era stato investito in più rispetto all’anno precedente, per pubblicità su giornali digitali o cartacei, televisione e radio.

La novità introdotta dagli ultimi decreti introducono per l’annualità 2020 un credito portato fino al 50% sull’intero investimento pubblicitario, anche per chi non abbia investito in pubblicità negli anni precedenti.


Chi ha diritto al bonus?

Possono accedere al bonus le imprese, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali, che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie sulla stampa quotidiana e periodica anche on line e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.

Nel caso abbiate in previsione la costruzione di un media plan per nuovi investimenti pubblicitari (così da poter attingere al bonus), Kaiti expansion è a disposizione quale punto di riferimento sul territorio, concessionaria di pubblicità di Quotidianionline (Reggionline, Parmaonline, Modenaindiretta e Bolognaindiretta), di Telereggio, e come intermediaria con le concessionarie dei principali quotidiani e periodici con le quali l’agenzia opera costantemente.

Per qualsiasi informazione potete scriverci a info@kaiti.it

 width=