Kaiti expansion cura l’immagine coordinata di Fondazione Italiana Linfomi

Alla Riunione nazionale è stato presentato il nuovo logo FIL

La Fondazione Italiana Linfomi è una Onlus di grande importanza per quanto riguarda la ricerca scientifica, su una patologia, i linfomi, che colpiscono in Italia circa 15.000 persone ogni anno. Nei giorni scorsi, dall’11 al 13 novembre, la Fondazione ha svolto a Rimini la propria assemblea annuale, che ha visto partecipare i rappresentanti di 75 dei 152 centri di ricerca con cui collabora, in tutta Italia, tra ospedali, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, aziende sanitarie locali, centri universitari.
Sono intervenuti 79 relatori, davanti a una platea estremamente qualificata composta da 187 iscritti, per 266 partecipanti complessivi. Tra questi anche Davide Caiti, Presidente di Kaiti expansion, ed Elisa Borciani, a cui è spettato presentare alla platea il nuovo logo della Fondazione realizzato dall’agenzia reggiana. La scelta che è stata intrapresa da FIL è stata quella di dare una nuova spinta alla comunicazione, per far conoscere in modo più ampio la propria attività non soltanto a personale medico e “addetti ai lavori” ma anche al grande pubblico.
Il nuovo logo è alla base dell’immagine coordinata FIL, e di nuove strategie per trasmettere in modo integrato, unitario e coerente i valori e gli obiettivi della Fondazione: “Chi ricerca ama” è il messaggio legato al logo, in cui il tema dell’amore è inteso come motore che muove la ricerca scientifica e l’impegno di medici e pazienti in una forte tensione verso la vita. L’elemento grafico, contenente le iniziali della Fondazione, è formato da un intreccio di petali che si intersecano tra loro, simbolo di vitalità e di unione di intenti. Il colore verde, in continuità con il logo precedente, a livello globale identifica l’attività di ricerca sui linfomi.

Kaiti expansion segue anche la comunicazione per FIL, e nei giorni della riunione nazionale ha curato la realizzazione e l’invio dei relativi comunicati stampa e gli aggiornamenti social sull’andamento di questo importante convegno.