Il touchwall del nuovo ufficio IAT di via Farini realizzato da Kaiti expansion

Kaiti expansion ha ideato i contenuti del grande touchwall che rappresenta uno degli elementi distintivi del nuovo ufficio Iat di Reggio Emilia, nello Spazio di Via Farini1. Uno spazio rinnovato con nuovi servizi e nuove idee, per un ufficio che intende rispondere alle mutate esigenze e richieste di turisti e cittadini. Gli uffici di accoglienza e informazione turistica sono stati uno dei pilastri fondamentali nello sviluppo dell’attrattività di un territorio. Oggi tutto questo sistema evidenzia la necessità di essere maggiormente innovativo e al passo con i tempi: il turista cura in modo autonomo i canali attraverso i quali raccoglie stimoli, suggestioni, chiede suggerimenti e consigli ad altri turisti, utilizzando principalmente i social.

Questo scenario ha posto l’Amministrazione comunale di Reggio Emilia di fronte all’importante sfida di ripensare l’idea stessa di ufficio di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT). “Si tratta di uno spazio che vuole raccontare il nostro territorio e mostrare come emozionarsi a Reggio – ha detto l’assessora al Turismo e presidente della Destinazione turistica Emilia Natalia Maramotti illustrando i nuovi locali dello Iat in anteprima alla stampa – Si rivolge non solo ai turisti ma anche alle scuole e ai cittadini, per far conoscere anche ai reggiani il nostro patrimonio storico, culturale e gastronomico e per rendere il territorio stesso consapevole di ciò che possiede. In questo spazio non raccontiamo solo le nostre bellezze storiche, ma anche il cibo, che come ha ricordato recentemente Forbes incorniciando l’Emilia come ‘il luogo dove si mangia meglio al mondo’, è un grande vettore di identità”. “Lo Iat è uno strumento fondamentale per la promozione territoriale, sopratutto questo nuovo Iat arricchito di funzioni nuove rispetto al passato e capace, attraverso gli ausili tecnologici, di creare connessioni tra le nostre specificità” ha aggiunto il presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi sottolineando come con questo spazio “si avvia un nuovo percorso di narrazione del territorio”.

Elemento di forte richiamo del rinnovato ufficio è il touchscreen di grandi dimensioni (2 metri e 40 per un metro e 30, simile a quello collocato dalla Regione Emilia-Romagna a Expo Milano 2015), progettato e realizzato da Kaiti Expansion, che permette attraverso oltre 100 icone collocate su una mappa di viaggiare in lungo e in largo nel territorio, per scoprirne le eccellenze storiche, artistiche e i tesori naturali. Il touchscreen permette anche la costruzione di itinerari che gli utenti possono, in tempo reale, inviare alla propria mail e consultare con smarthphone o tablet una volta usciti dall’ufficio.

Sabato 12 maggio alle 16.30 inizierà la festa d’inaugurazione del nuovo IAT in via Farini 1. Il pomeriggio sarà condotto da Laura Pazzaglia, nota attrice reggiana, che guiderà i partecipanti alla scoperta dei nuovi spazi.
L’apertura ufficiale sarà preceduta dagli interventi di saluto del sindaco Luca Vecchi, dell’assessore regionale al turismo Andrea Corsini, del presidente della destinazione turistica Emilia Natalia Maramotti, del presidente della Provincia Giammaria Manghi e del presidente del Parco nazionale Alto Appennino Fausto Giovannelli.